martedì 10 giugno 2014

"Paradiso" di Francesco Gungui






Casa editrice: Fabbri Editore
Prezzo: 14,90 euro
Pagine: 320
Trama: Le strade di Maj e Alec, i due ragazzi che hanno acceso i fuochi di rivolta a Europa, si sono divise. Mentre Maj è alla testa dei ribelli nel momento più difficile della loro esistenza, Alec ha accettato l’offerta degli oligarchi di diventare uno di loro, per mostrare al mondo che tutti possono accedere ai gradini più alti del potere. Il volto di Alec è ormai il volto della propaganda dell’Oligarchia e viene trasmesso ventiquattrore su ventiquattro sui megaschermi che campeggiano ovunque, odiato dal Movimento che lo considera un traditore. Ma se Alec si è davvero venduto in cambio di una lussuosa vita in Paradiso, dove gli oligarchi e le loro famiglie vivono accuditi da centinaia di servi e protetti dall’esercito, per quale motivo sembra agire di nascosto dai suoi stessi alleati? E soprattutto, perché vuole a ogni costo andare in America, il continente da poco riscoperto e che è sopravvissuto al cataclisma che ha sconvolto il mondo diventando un impero dedito allo schiavismo?
La risposta è nascosta in una mappa che viene dal passato e che è in grado di cambiare i destini dell’umanità.


Appena ho letto la trama mi sono detta che avrei dovuto leggerlo assolutamente, perchè anche se sapevo che avrei avuto il cuore spezzato fino a che non l'avessi finito dovevo sapere assolutamente la trama. Mi è piaciuta molto. Non avevo molte aspettative per questo libro, perchè vengo fuori da un periodo nero di letture.

Nessun commento:

Posta un commento