sabato 16 agosto 2014

Recensione: "Per noi sarà sempre estate" di Jenny Han


Ciao, ragazzi! Sta piovendo anche nella vostra città? Ho finalmente finito la trilogia.
 
Editore: Piemme
Prezzo: 12,90 €
Pagine: 350
Trama: Sono passati due anni da quando Conrad ha detto a Belly di mettersi con suo fratello. Da allora, lei e Jeremiah sono stati inseparabili. Ma la loro relazione non è felice come dovrebbe. Infatti, quando Jeremiah commette il peggiore errore che un ragazzo può commettere, Belly è costretta a chiedersi se quello sia davvero il grande amore. Davvero Jeremiah è il ragazzo giusto? Davvero lei ha smesso di amare Conrad?
 Opinione personale: Siamo arrivati al romanzo finale della trilogia. Ci sarebbe tanto da dire, ma purtroppo riempirei le pagine di spoiler e non posso. Ero un pò titubante a leggere questo romanzo, poichè era l'unico della trilogia che non aveva un trama che mi convinceva. O meglio la trama mi sembrava che promettesse il solito triangolo amoroso, in cui la protagonista non sapeva decidersi o non sapeva che non poteva controllare i sentimenti. Alla fine mi sono decisa e sono stata piacevolmente sorpresa. Diciamo che è stato il meno peggio. Certo, l'autrice non ha perso il vizio di essere carente di dettagli. In questo romanzo troviamo una Belly che non cambia, ma non sprecherò parole per dirvi cosa ne penso, dato che l'ho già detto nella scorsa recensione. Piuttosto parliamo dei fratelli Fisher, che sono cambiati da un libro all'altro. Conrad, il fratello maggiore, si trasforma da un amore impossibile per Belly al Principe Azzurro dolce e affettuoso per Belly. Mentre vediamo Jeremiah, il fratello minore, trasformato dal un ragazzo perfetto a un ragazzo alle prese con un matrimonio, che sembra non importargliene molto. Questo cambiamento nei fratelli Fisher mi ha sorpreso molto, c'è stata solo una piccola falla in questo cambiamento: perchè? Perchè mi chiedo io che guardo nelle pagine precedenti, sperando di non aver saltato qualche pagina. Come i precedenti romanzi mancano i dettagli. Non si sa da dove saltino fuori questi cambiamenti. Il finale mi ha lasciato senza parole( e non positivamente). Io l'ho trovato non molto originale, anzi, per niente.
 
Bene, prima di augurarvi buonanotte devo salutare Anita Book e ringraziarla per aver fatto il vide tag. Buonanotte a tutti. 
 

Nessun commento:

Posta un commento