lunedì 18 agosto 2014

Recensione: "Raven Boys" di Maggie Stiefvater

Ciao, ragazzi! Ve le state godendo queste vacanze? Io ho le gambe doloranti dopo aver fatto un viaggio e aver camminato per tutto il pomeriggio. Sono distrutta! Come vi avevo detto ieri ecco la recensione di "Raven Boys" di Maggie Stiefvater.

Casa editrice: Rizzoli
Prezzo: 16,00 euro
Pagine: 468
Trama: È la vigilia di San Marco, la notte in cui le anime dei futuri morti si mostrano alle veggenti di Henrietta, Virginia. Blue, nata e cresciuta in una famiglia di sensitive, vede per la prima volta uno spirito e capisce che la profezia sta per compiersi: è lui il ragazzo di cui s’innamorerà e che è destinata a uccidere. Il suo nome è Gansey ed è uno dei ricchi studenti della Aglionby, prestigiosa scuola privata di Henrietta i cui studenti sono conosciuti come Raven Boys, i Ragazzi Corvo, per via dello stemma della scuola, e noti per essere portatori di guai. Blue si è sempre tenuta alla larga da loro, ma quando Gansey si presenta alla sua porta in cerca di aiuto, pur riconoscendolo come il ragazzo del destino non può voltargli le spalle. Insieme ad alcuni compagni, Gansey è da molto tempo sulle tracce della salma di Glendower, mitico re gallese il cui corpo è stato trafugato oltreoceano secoli prima e sepolto lungo la “linea di prateria” che attraversa Henrietta. La missione di Gansey non riguarda solo un’antica leggenda, ma è misteriosamente legata alla sua stessa vita. Blue decide di aiutare Gansey nella sua ricerca, lasciandosi coinvolgere in un’avventura che la porterà molto più lontano del previsto.

Maggie Stiefvater: Maggie Stiefvater nata il  18 novembre 1981 è una scrtrice statiunitense di romanzi di genere urban fantasy indirizzati ad un pubblico di addolescenti e giovani adulti. Ha frequentato il l'Università di Mary Washington a Fredericksburg (Virginia) laureandosi in storia. Attualmente vive in Virginia, dove è sposata con due figli.

Opinione personale: Questo libro, in realtà, lo dovevo comprare a Natale. Lo so che è un pò lontano, ma mi volevo portare avanti con il lavoro. Per fortuna che qualcuno ha pensato bene di farmi un regalo e sono davvero molto felice per questo. Come in tutti i libri di questa autrice ci ho messo un pò per abituarmi allo stile dell'autrice, non che non mi sia piaciuto. Questo è uno di quei romanzi che bisogna leggerli con calma e lasciare che ogni pagina racconti la storia. Il protagonista o la protagonista non c'è, o meglio sotto i riflettori ci sono i ragazzi Blue, Adam, Gensey e Ronan mentre c'è Noah che compare un paio di volte.
Blue è una ragazza che vive in una casa piena di donne con dei poteri. Lei è l'unica che non possiede il terzo occhio, ma in compenso amplifica i poteri. Blue sa che baciando il suo grande amore, il suo grande amore morirà.
Gensey è un ragazzo leale e onesto, si fa sempre carico della sicurezza di tutti i suoi amici e si sente in colpa se succede qualcosa a loro. Indossa sempre una maschera che non gli permette di essere sè stesso. Molte volte non si rende conto di cosa significono per gli altri i soldi e tende a ferire le persone. A lui gli sta molto a cuore la questione dell'energia e di Glendower perchè vuole dimostrare di saper fare qualcosa che non sia dovuto alla sua eredità.
Adam è sincero, simpaticoe timido. è quello del gruppo più educato. Non accetta i soldi di Gensey, perchè vuole cavarsela da solo. Anche lui ha molti problemi in famiglia.
Ronan, scontroso, duro e dalla lingua tagliente. Ronan dietro quella facciata da dura è pieno di problemi e segreti. Diffida molto delle persone e non si apre quasi mai. Lui l'ho adorato. 
Noah è il più silenzioso e per lo più sembra invisibile.

Cosa ne pensate?  

1 commento: